fashion,

Moda in Second Life: una finestra sul futuro del nostro vero stile?

16:40:00 Roberta Cirillo 2 Comments

Chi viaggia spesso tra i mondi virtuali di Second Life, soprattutto quelli non italiani, è facile cha abbia captato quanto ciò che indossano gli avatar (soprattutto le donne-avatar) sia precursore di ciò che vedremo qualche mese dopo sulle passerelle reali, anche in europa e in italia.
Un esempio dell'autunno passato sono stati gli stivaloni lunghissimi, altezza coscia, che in second life avevano iniziato a spopolare almeno un anno e mezzo fa, e se ne vedevano letteralmente di tutti i colori!
La contaminazione di second life nel mondo reale, per quanto riguarda i gusti estetici e lo stile, non si sa bene secondo quale rapporto di causa/effetto avvenga. E' probabile che capiti proprio perchè i milionidi residenti in second life provengono da ogni parte del mondo, dunque ognuno mette del proprio, e se quello stile è ciò che deve ancora "arrivare" sulle sponde del nostro paese reale, diventa dunque un'anticipazione dei prossimi trend e tendenze.
E' un dato di fatto che la piattaforma virtuale di second life costituisca un forte stimolo per la creatività, tanto piu' per quella applicata alla moda, essendo così semplice (e di infinite possibilità di sperimentazione) la creazione di qualunque capo d'abbigliamento o accessorio, anche i piu' fantasiosi o impossibili da realizzare nella realtà.
Per questo ci si sbizzarrisce letteralmente e questo si riflette anche sullo shopping virtuale di questi oggetti, quasi quanto quello reale nelle vie di maggior richiamo. Tutti noi, residenti di second life, conosciamo xlstreet, un vastissimo motore di ricerca/negozio online che ci consente letteralmente di esaudire ogni nostro desiderio per aggiornare il nostro look. Ma ci sono anche catene di negozi da esplorare inworld, poi siti specializzati (anche italiani) che propongono esclusivamente abbigliamento per avatar, e riviste dedicate al settore.
Insomma, uello della moda virtuale, è ormai un fenomeno indiscusso che puo' risultare davvero utile anche per chi studia o crea la moda nel reale!

You Might Also Like

2 commenti:

  1. molto interessante quello che scrivi, Roberta, e non riguarda solo la moda,ma anche altre forme del nostro vivere quotidiano: a me capita sempre più spesso, quando entro in un centro commerciale e vedo aprire una nuova bottega, di chiedermi se l'architettura presentata su Second Life non abbia influenzato i progettisti dei nuovi 'arredi urbani'

    RispondiElimina
  2. Grazie Danilo, mah, che dire, anche sull'architettura è possibile che le stramberie di SL possano influenzare qualche ardito architetto lungimirante... di certo, cmq, la gamba super-stivalata delle nostre avataresse è diventata un cult!! ;-)

    RispondiElimina

Lasciateci un commento, grazie!