arte,

Intervista a Bryn Oh di Alice Mastroianni e Kei Kojishi

02:08:00 Alice C. 0 Comments


























Intervista a Bryn Oh di Alice Mastroianni e Kei Kojishi

Ciao Bryn e grazie per avermi concesso questa intervista.

Ha un significato il tuo nome? come l'hai scelto?

Bryn Oh e' il mio soprannome sin da quando ero piccola. Si leggeva Bryno pero'. Viene dal mio nome, Brynley

Chi è Bryn Oh nel mondo reale, vuoi raccontarcelo?

Quando sono entrata in SL ho deciso di fare di Bryn un personaggio. Sento che connettere il personaggio di Bryn Oh a un'identita' RL l'avrebbe fatta sembrare in qualche modo meno reale, perche' l'identita' della prima vita sarebbe stata considerata di piu'. Spesso uso l'analogia con una marionetta. Se vai a vedere uno show di marionette, puoi dimenticarti che non sono vere finche' lo show non finisce. Ma se qualcuno improvvisamente accendesse la luce rendendo visibili le persone che le controllano, l'illusione svanirebbe e le marionette tornerebbero ad essere solo dei giocattoli di legno e fili.

Come nasci in Second Life? cosa cercavi?cosa hai trovato?

Son venuta su Second Life perche' avevo letto la storia di un uomo che spendeva i suoi soldi reali per costruire appartamenti qui. Mi han detto che che ha speso 200,000 dollari. Avevo serie difficolta' a capire quindi sono entrata per trovarlo, ma non ce l'ho mai fatta.

Cosa ti ha permesso di esprimere second life?

Nella mia prima vita, dipingo ad olio. Molte delle idee che ho avuto non erano adatte al mezzo del dipinto ad olio, cosi' le avevo lasciate perdere. Quando ho conosciuto Second Life mi sono anche accorta che avevo trovato il mezzo giusto per queste idee "perdute". Qui mi posso esprimere su molti livelli differenti rispetto a quelli che potrei usare con un dipinto. Posso usare suoni, narrativa, movimenti e tecniche immersive. Si puo' creare un dipinto che non vedi passivamente, ma che puoi andare ad esplorare.

Quali limiti ti impone la rl che su second life riesci a superare?

Oh, molte cose. Per prima cosa, il mio avatar e' ora l'estensione della mia arte. Non e' solo il creatore, e' anche parte della creazione. Ma aggiungici che e' il filtro attraverso il quale le mie emozioni real life vengono incanalate.

Nella mia prima vita come artista non sono parte delle mie creazioni. A volte le persone comprano i miei lavori senza neanche avermi vista o avermi parlato. Ci sono tantissime differenze.

Perchè utilizzi Second Life come piattaforma della tua creatività?

Second Life e' un nuovo movimento dell'arte. Il piu' degli artisti aspettano una vita intera nel tentativo di essere parte di un movimento di frontiera, e non ne trovano mai uno. Sono molto rari. Surrealismo, Cubismo, Impressionismo, Esistenzialismo, Realismo sociale, Art Deco, D Stijl, Novecento Italiano e molti altri sono difatto rappresentati da pochi artisti.

Io chiamo cio' che faccio qui Immersiva. Quello che sto cercando di ottenere e' di far dimenticare per un po' al visitatore la sua prima vita, mentre visita i miei pezzi. Piu' a lungo dimenticano la prima vita, piu' successo ha avuto la mia arte. Ora come ora l'immersione che sto cercando di creare puo' essere rotta da molte cose, come un telefono che squilla, una bolletta da pagare vicino al monitor. La tua visione perimetrale lascia che tu possa vedere fuori dal costrutto delle mie creazioni, cosi' e' difficile mantenere una persona immersa a lungo. Con le cuffie si blocca un'interferenza, con ventole o odori e altri elementi che possono immergere nella mia storia, posso creare un dipinto in cui puoi entrare e che puoi esplorare. Potrei creare la casa dei tuoi nonni da visitare ancora. o il tuo posto preferito. A volte una spiaggia, un lago... Potrebbe essere un posto dove andare quando torni a casa da lavoro. Potresti spendere un po' di tempo li' da solo, con amici, o con un'intelligenza artificiale come Milo: http://brynoh.blogspot.com/2009/06/milo.html



Ho visto il tuo video proposto per Moby, come ti è venuta l'ispirazione, cosa volevi raccontare nel video?

La storia dentro la canzone di Moby e' piuttosto triste, cosi' ho semplicemente cercato di creare una storia scura, che si muove piano, con momenti stridenti per includerci un po' di varieta'.


Ho letto sul web che parteciperai all'expo di shangay,vuoi raccontarci come sei arrivata ad avere questa grande occasione?


Son stata contattata da una curatrice con molto talento, chiamato Aino Baar, su Second Life. Ha convinto gli spagnoli a dedicare il padiglione di Madrid per mostrare i machinima su una struttura che avevano costruito, chiamata "Air Tree". L' air tree ha schermi di cinque per quattro metri ad alta definizione. L'evento ha piu' di 200 nazioni e sono stimati dai 70 ai 100 milioni di visitatori.

A questo punto ho contattato la Linden Labs e mi hanno dato cinque sim per mostrare i contenuti del World Expo. Ho creato tre sims e chiesto a Glyph Graves e Marcus Inkpen di fare le altre due. Inoltre siamo stati aiutati da Kazuhiro Aridian, Soror Nishi and Desdemona Enfield.



Hai invitato i videomaker a partecipare al progetto per Shangay, ci spieghi come possono fare?

I monitor mostreranno machinima per sei mesi, e parte di quel che mostreranno sono quelle cinque sim. Persone come Chantal Harvey, ColeMarie Soleil e Mescaline Tammas han gia' creato i machinima per queste sims, e verranno mostrati anche altri residenti che fanno machinima di alta qualita'.



La Linden Lab sta sostenendo i tuoi progetti, sono dei mecenati o hanno visto in te un business? Possiamo ancora sperare che credono nel detto "your world your immagination" o hanno delle aspettative?

E' un po' di entrambi. E' un'ottima opportunita' per mostrare Second Life davanti a milioni di persone, quindi e' stata un'ottima mossa commerciale quella di supportarci. Ma allo stesso tempo molti Linden sembrano davvero interessati a cio' che io e altri artisti facciamo qui.

Ti aspetti qualcosa dal mondo che stai regalando al pubblico di Second Life?
Faccio principalmente cio' che faccio per me stessa, se ho capito bene cosa intendi. Uso Bryn Oh come filtro per esprimere cose a cui sono molto legata. Sono molto fortunata perche' molte persone sono state in grado di associarsi con la mia arte, ma anche se non l'avessero fatto, avrei continuato nello stesso modo. Sono stata per molto tempo una sorta di eremita su SL, costruivo cose da sola, interagivo davvero poco con gli altri. Negli ultimi anni il riconoscimento che ho ottenuto mi ha anche dato opportunita' di aiutare la comunita' artistica qui in SL. Non e' qualcosa in cui sono molto brava, ma cerco di focalizzare l'attenzione del "mondo reale" sull'arte qui, su SL. Penso veramente che SL sia un nuovo veicolo d'arte, e un nuovo movimento artistico, e molti di noi stanno creando cose storiche qui. Quello che creiamo puo' essere facilmente perso o dimenticato prima ancora che qualcuno se ne accorga, quindi nel mio piccolo cerco di aiutare.

**********************************************

Interview Bryn Oh by Alice Mastroianni and Kei Kojishi



Hi Bryn, and thanks for letting me interview you.
Has your name a meaning? How did you ?
choose it?


Bryn Oh is my nickname from when I was a child. Was spelt Bryno though. It comes from my name Brynley.

Who is Bryn Oh in the real world? Do you ?
want to tell us?


When I came into SL I decided to make Bryn a character. I feel that connecting Bryn Oh the character to a RL identity would somehow make her less real. Emphasis would be placed on my first life identity. I often use the analogy of a marionette. If you go to see a marionette show you can forget they are not real people once the lights go down. But if someone would turn on the light suddenly and you saw the person controlling them then the illusion would be gone and they would revert back to mere wood and string toys.



How did you born on Second Life? what ?
did you look for? What did you find?


I came to second life because i had read a story of a man who spent his life savings on a apartment building here. They said he spent 200, 000 US dollars. I found it really hard to understand so I came inworld to find him but I never did.

What did Secondlife allow you to ?
express?


In my first life I am an oil painter. Many of the ideas I had did not suit the oil painting medium and so I would give up on those ideas. When I found Second Life I also realized that I had found the medium I needed for these "lost" ideas. Here I can express myself on many different levels past what I can do with a painting. I can include sound, narrative, movement and immersiva. I can create a painting you do not passively look at but actively go into and explore.

Which limits does your real life force on ?
you, and Second Life allows you to ?
break?

Oh countless things. For one my avatar is now an extention of my artwork. Bryn Oh is not only the creator of the art here she is also part of the artwork. But add to that that she is the filter through which my first life emotions and creativity are siphoned.

In my first life as an artist I am not really part of my art. Often people buy my work without ever seeing or speaking to me. There really are countless differences.



Why do you use Second Life as your ?
creativity platform?


Second Life is a new movement in art. Most artists wait their entire lives looking to be part of a frontier movement and never find one. They are extremely rare. Surrealism, Cubism, Impressionism, Existential, Social realism,Art Deco, D Stijl, Novecento Italiano and many more
are made up of very few artists.

I call what I do here Immersiva. What I am trying to achieve is to allow the viewer to forget their first life for a time while being drawn into my artwork. The more successful my art the longer they forget their first life. Right now the immersion I attempt to create can be broken by many things such as the phone ringing or seeing an unpaid bill beside your monitor. Your peripheral vision lets you see outside the construct of my artwork and as such its hard to keep one immersed for long periods. With the inclusion of headsets which block ones peripheral, with fans or scent and other elements to draw one in to my story I can create a painting you can enter and explore. I could custom build your grandparents home for you to visit once again or perhaps build your favorite place. Perhaps a beach or lake with calling loons. It could be a place you go to when coming home from work. You could spend time there alone or with invited friends or AI such as Milo http://brynoh.blogspot.com/2009/06/milo.html


I saw the video you shown to Moby, how ?
did the inspiration come to you, what ?
did you want to tell?


The story within Mobys song is quite sad, so I merely tried to create a dark, slow moving story with moments of jarring to create some variety.

I read on the web that you'll ?
partecipate the Shangay Expo, do you ?
want to tell us how did this great ?
occasion come to you?


I was approached by a very talented curator named of Aino Baar in Second Life. She convinced the Spanish officials running the Madrid pavilion to show machinima on a structure they have built called the "Air tree". The air tree has five four metre wide HD monitors. The event has over 200 countries and expects 70-100 million guests.
At this point I approached Linden Labs and they gave me five sims to show content for the World Expo. I created three sims and asked Glyph Graves and Marcus Inkpen to do two others. In addition we had help from Kazuhiro Aridian, Soror Nishi and Desdemona Enfield.



You invited some videomakers to ?
partecipate Shangay project, can you ?
explain what will they do and how?


The monitors will show machinima for 6 months and part of what they will show are these five sims. People such as Chantal Harvey, ColeMarie Soleil and Mescaline Tammas have created machinima for these sims already and SL residents who create high quality machinima could also be shown.

Linde Lab's collaboration to your ?
projects is helpful or do they see some ?
businness in you? Can we still hope that ?
they actually believe in their "your ?
world, your immagination", or do they ?
have some particular expectations?


Its a bit of both. This is a great opportunity to showcase second life in front of millions of people so it was a great business decision to support us. But at the same time some Lindens really seem to be interested in what I and other artists do here.

Do you expect something from the world?
're Showing Second Life to people?



I mainly make things for myself if I understand you correctly. I use Bryn Oh as a vessel or filter to express things which I am deeply connected to. I am fortunate some people have been able to associate with my art, but had they not I would still tell these same stories. I was for a long time a sort of SL hermit, where I just built things alone, with very little interaction with others. Over the last few years I have gained recognition and with that have been given opportunities to help the art community here in SL. Its not really something I am good at, but I am making the attempt to bring attention to SL art from the "real world". I honestly believe SL is a new art medium/movement and some of us are creating historic things here. What we create can easily be lost or forgotten before anyone takes notice, so in my own little way I try to help.







Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!Puoi votare le Cronache Virtuali anche in questa pagina.

You Might Also Like

0 commenti:

Lasciateci un commento, grazie!